cardio tac

Cardio tac
Cardio tac
Cardio tac

La Cardio-TC, è un’indagine non invasiva, che permette un’ottimale valutazione del circolo coronarico. Si effettua con la somministrazione per via endovenosa di mezzo di contrasto iodato. L’acquisizione delle immagini è inoltre sincronizzata con l’ECG del paziente.

Ha una durata di pochi secondi ed è assolutamente indolore e ben tollerata dai pazienti.
Le immagini, una volta acquisite, sono inviate presso la workstation Vitrea - una delle migliori in commercio - ove sono elaborate mediante apposito software di analisi vascolare.

Le indicazioni principali dell’esame sono:

  • studio del circolo coronarico in pazienti a rischio intermedio-basso di malattia delle coronarie;
  • valutazione dell’eventuale presenza di anomalie dell’origine o del decorso delle coronarie;
  • controllo periodico dei bypass coronarici;
  • valutazione di anomalie/patologie cardiache o pericardiche.

Fino a qualche anno fa le coronarie si potevano studiare solo con la Coronarografia convenzionale. Di recente la Coronaro-TC si è rivelata in grado di fornire informazioni comparabili , quantomeno per la capacità di escludere la presenza di malattia  significativa delle coronarie, come dimostrato da ampia letteratura scientifica.

Controindicazioni

- aritmie cardiache
- frequenza cardiaca elevata >85 battiti al minuto, nonostante terapia medica
- dispnea con impossibilità a mantenere un’adeguata apnea inspiratoria (circa 5-10 sec)
- insufficienza renale
- gravidanza
- allergia nota al mezzo di contrasto organo-iodato
- peso corporeo >150Kg

Preparazione prima dell’esame:

  • Compilazione e firma di una scheda di consenso informato all’esame stesso
  • Digiuno da alimenti e bevande che non siano acqua (6 ore)
  • Portare eventuali esami precedenti (eco, ecg, tc, rm, scintigrafia etc.)
  • Per i pazienti diabetici, sospendere farmaci a base di metformina, solo se gli esami di funzionalità renale (azotemia e creatinina) sono nei limiti massimi della norma o lievemente superiori alla norma
  • Per i pazienti allergici (a farmaci, alimenti, allergie stagionali, polvere etc.), è obbligatorio eseguire necessariamente un protocollo antiallergico
  • Prima dell'esame evitare: caffè, bevande eccitanti e fumo di sigaretta

Esami necessari da esibire: Azotemia, creatininemia, elettroforesi proteica (validi solo se effettuati entro 30 giorni, in caso contrario vanno ripetuti).

Come avviene l’esame: Dopo la somministrazione del mezzo di contrasto per una via venosa periferica (in genere a livello del braccio destro), viene eseguita un′ acquisizione delle immagini della durata di 5-10 secondi. Le immagini sub-millimetriche così ottenute vengono elaborate e ricostruite successivamente, con l′ utilizzo di software dedicati.

Precisazione ulteriore sull’esame: Per ottenere una ottimale sincronizzazione con il tracciato ECG, la frequenza cardiaca deve essere compresa fra 60-75 bpm. A tale fine si consiglia una visita preliminare gratuita da parte del medico anestesista presso il nostro studio per la valutazione del ritmo cardiaco e la prescrizione di eventuale terapia farmacologica bradicardizzante. In presenza di una frequenza cardiaca eccessivamente elevata o di anomalie del ritmo (extrasistolia) l’esame potrebbe risultare di qualità diagnostica non accettabile e non sarà eseguito. Nel nostro Studio, a discrezione del medico esecutore, in base alle caratteristiche ECG del paziente, ove possibile, viene sempre eseguito un protocollo di acquisizione delle immagini mediante sistema di riduzione della dose radiante (gating prospettico o retrospettivo con modulazione della dose radiante).

Share by: